Fascite Plantare: soluzioni rapide di cura
6 Dicembre 2019
Il Dolore Aspecifico della Spalla (Approfondimento)
28 Dicembre 2019

Dolore alla Spalla: cause e cure corrette

Dolore alla Spalla: cause e cure corrette

 

Cosa significa soffrire di dolore alla spalla? 

È molto probabile che, almeno una volta nella vita, ci sia capitato di avvertire un dolore localizzato alla spalla, più o meno intenso, in alcuni casi concentrato in un punto ben identificabile (la cui pressione può alleviarne la sensibilità, ma non risolve il problema!), in altri, invece, è un dolore diffuso, non facilmente collocabile e di intensità variabile.

Ciò è comprensibile perché il dolore di spalla è piuttosto comune e rappresenta, infatti, uno dei principali disturbi a carico del sistema muscolo-scheletrico, insieme al mal di schiena e al dolore a livello del collo.

Purtroppo la complessità della spalla e di tutte le strutture ad essa correlate implica, inevitabilmente, difficoltà nella comprensione di ciò che, in quel momento e per quella specifica persona, sta andando storto e che potrebbe compromettere una risoluzione spontanea del disturbo.

 

Il dolore di spalla è uguale per tutti?   NO!”

Molti sono i fattori che potrebbero partecipare all’insorgenza del dolore di spalla e questi, spesso, non sono sempre ben identificabili.

Oggi, infatti, si tende a suddividere questo disturbo in due macro categorie:

il dolore SPECIFICO e il dolore ASPECIFICO di spalla, la cui differenza sostanziale riguarda la possibilità o meno di individuare con precisione e chiarezza la causa (appunto SPECIFICA!) del problema.

È bene ricordarsi che sì, talvolta vi possono essere delle somiglianze tra il dolore di un paziente e quello di un altro, ma occorre prestare la giusta attenzione ad ogni singola situazione … l’apparenza inganna!

È di fondamentale importanza che il professionista specializzato nella cura del dolore di spalla sia in grado di identificare se il suo dolore è da inserire nel primo gruppo o nel secondo perché, necessariamente, l’approccio alla cura sarà differente a seconda delle circostanze!

 

Quali sono gli elementi principali che ci permettono di inquadrare il dolore di spalla? 

  • Per quanto riguarda il “dolore Specifico” di spalla, la marcata impotenza funzionale, l’impossibilità di eseguire uno o più movimenti, il dolore notturno particolarmente intenso (non il classico dolore che insorge se, per sbaglio, ci giriamo sul lato dolente, ma un dolore talmente forte da svegliarci e da non farci chiudere occhio!) ed, eventualmente, una caduta sulla spalla o altro trauma precedente, sono alcuni degli aspetti che dovrebbero far drizzare le antenne. In questi casi la cosa migliore è chiedere un consulto al medico competente (ortopedico o fisiatra) per escludere qualsiasi problematica più o meno grave che potrebbe incidere sul percorso di cura; per poi dopo impostare un percorso di riabilitazione adeguato.
  • Il “dolore Aspecifico”, invece, è un po’ più subdolo, spesso meno invalidante del dolore specifico, ma da considerare con uguale attenzione in quanto sottovalutarlo non è una scelta saggia (quante volte ci capita di avvertire un fastidio che speriamo passi da solo, ecco, in questo casi non è la soluzione migliore!).

Pertanto, una volta che si è correttamente inquadrato il disturbo del paziente, escludendo l’eventuale presenza di gravi problematiche ben identificabili (dolore SPECIFICO!), si può procedere ad una attenta analisi per comprendere cosa non stia andando nel verso giusto alla spalla del paziente.

 

La Fisioterapia è utile nel “dolore ASPECIFICO” di spalla?

Il nome stesso, “dolore Aspecifico”, richiama qualcosa di non ben identificabile e pertanto in questi casi, piuttosto che incaponirsi nel ricercare la specifica causa del fastidio (praticamente impossibile e poco conveniente!), risulta molto più utile individuare una o molteplici strategie che migliorino la sintomatologia del paziente durante l’attività quotidiana, perciò, sì! La fisioterapia è un’ottima soluzione per tale problema.

È bene ricordare che anche nel dolore Specifico, la fisioterapia è utile, ma solo in alcune condizioni e dopo aver escluso gravi problematiche.

 


Risolvi il tuo problema Subito

PRENOTA una Visita Gratuita  con un Fisioterapista Specializzato

>> CLICCA QUI <<


Come possiamo AIUTARTI con il tuo problema:

Il fisioterapista specializzato possiede diverse “frecce al suo arco” per poter intervenire sul disturbo del paziente.

Inizialmente lo scopo del trattamento deve essere improntato sulla riduzione del dolore durante l’esecuzione di quei movimenti che il paziente riferisce come alterati; successivamente ci si concentrerà sul mantenimento di tale beneficio nel lungo periodo, cercando, nei limiti del possibile, soluzioni per evitare la ricomparsa del dolore stesso.

  • L’applicazione di specifiche tecniche di terapia manuale consente di ridurre l’eventuale rigidità della capsula articolare (una sorta di rivestimento protettivo che copre l’articolazione della spalla), migliorando l’elasticità dei legamenti e della muscolatura che probabilmente si troveranno in uno stato di sofferenza.

 

  • L’uso di esercizi terapeutici specifici, da affiancare e, talvolta, da prediligere al trattamento manuale, con l’eventuale utilizzo di elastici o cinture, consente di ripristinare i movimenti deficitari, inizialmente da svolgere sotto la guida attenta del professionista e successivamente da ripetere a domicilio, in completa autonomia.   Il compito di questi esercizi è fondamentale perché consente di trovare nell’immediato delle strategie che permettano al paziente di rendersi nuovamente autonomo nella vita quotidiana, obiettivo essenziale nel trattamento del dolore Aspecifico di spalla.

  • Talvolta, se il fisioterapista ritiene possa essere utile, si può introdurre nel percorso di cura l’uso di terapie fisiche e strumentali (ad esempio: ultrasuoni) con lo scopo di ridurre nel breve periodo l’eventuale stato infiammatorio che potrebbe aggravare il dolore del paziente.

 

  • Il trattamento può prevedere, infine, massaggi decontratturanti e tecniche miofasciali con il compito di ristabilire la corretta funzionalità di tutti i muscoli, evitando che questi possano ulteriormente indebolirsi o creare delle discinesie, ovvero movimenti anomali e poco coordinati della spalla dovuti proprio ad alterazioni muscolari.

 

Quindi, cosa fare se soffriamo di dolore di spalla?

  1. Dobbiamo preoccuparci? Solitamente no, a meno che non vi sia la presenza di segni e sintomi che possono essere riconducibili a problemi specifici (dolore Specifico di spalla!) e che devono essere assolutamente identificati per non compromettere il percorso di cura.
  1. La tempistica è importante? Assolutamente ! Nel caso di un dolore persistente, non ben identificabile, che non compare nello stesso punto e che si sposta a seconda dei movimenti, tralasciarlo e aspettare che si risolva da solo non è la soluzione migliore, anzi…!!!

Attenzione a prodotti descritti come miracolosi: nella migliore delle ipotesi potrebbero ridurre il sintomo solo nel breve periodo, ma senza risolvere il vero problema e addirittura cronicizzare il dolore.

 


Risolvi il tuo problema Subito

PRENOTA una Visita Gratuita  con un Fisioterapista Specializzato

>> CLICCA QUI <<


Fisioterapista
Studio ALCO
Piazza Ercole Marelli, 18
27100 Pavia
Tel. 038222173